Professioni Sanitarie. Novità?

E’ in discussione, al tavolo Ministero-Regioni, la riforma delle professioni sanitarie. Nel documento consegnato alle associazioni delle professioni sanitarie viene spiegata la procedura di ridefinizione delle nuove competenze delle professioni sanitarie, dove per “competenze” si intende il risultato della  “sintesi di tre componenti: la conoscenza, cioè l’ambito del sapere concettuale; l’abilità/capacità (o Skill), cioè l’aspetto operativo della competenza, il mettere in atto i principi che appartengono alla conoscenza; il comportamento (o modo d’agire), cioè la parte relativa al modo di eseguire le attività che incide sui rapporti con gli altri e sull’efficacia della mobilitazione dell’intera competenza stessa”. (dal documento citato)

Chissà perchè…sento odore di bruciato!

Scarica il documento in pdf


Commenti

Professioni Sanitarie. Novità? — 2 commenti

  1. Secondo la CGIL, nello studio preparatorio delle nuove competenze delle Professioni Sanitarie “ci sono elementi che fanno ben sperare per raggiungere l’obiettivo di valorizzarne le potenzialità, le responsabilità e l’autonomia professionali”. Ma serve anche un riconoscimento economico e contrattuale adeguato alle nuove professionalità.

    Sacrica da qui il documento della CGIL


  2. Nuovo documento della CGIL sulle “Professioni Sanitarie” “…è assolutamente necessario che il modello di gestione diretta delle aree di competenza propria della professione infermieristica, come delle altre professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e delle professioni di ostetrica e di assistente sociale, sancito dalla legge 251/00, sia concretizzato in forma omogenea, diffusa e generalizzata in tutte le Regioni, in tutte le Aziende ed Istituzioni Sanitarie.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.